Syllabus laboratorio markup

Laboratorio di markup “Manoscritti d’autore: dal testo cartaceo al testo virtuale”

Luciano Longo

Modalità


In assetto laboratoriale e seminariale si partirà da una riflessione preliminare su concetti come testo unico, testo definitivo, sul concetto epistemologico di ultima volontà d’autore; successivamente sulla possibilità di spostare il baricentro dell’edizione critica di una opera letteraria dal testo come prodotto per la lettura, al testo come processo creativo. Su queste riflessioni introduttive il laboratorio mostrerà 4 esemplificazioni testuali e di codifica:

  • 1^ tipologia: testi inediti in cui non è espressa l’ultima volontà d’autore, nei quali i processi compositivi risultano fluidi e instabili;
  • 2^ tipologia: testi inediti che oltre a possedere le caratteristiche sopra citate pongono problemi di rappresentazione e di intelligibilità del testo, oltre a un problema di possibile riscrittura coatta a scopo difensivo;
  • 3^ tipologia: testi preparatori di un progetto letterario non realizzato e documentato da diversi testimoni, uno dei quali viene pubblicato senza espressa volontà dell’autore ma che esprime la volontà dell’editore;
  • 4^ tipologia: testi editi che presentano testimoni che esibiscono in alcuni casi una testualità autonoma rispetto all’edizione definitiva a stampa, in altri una testualità nascosta volontariamente dall’autore e in altri casi ancora una testualità interrotta.

I testi verranno presentati secondo diversi modelli di codifica in XML-TEI.

Dopo la fase esemplificativa, il laboratorio proseguirà con una sezione pratico-operativa in cui lo studente, mettendo a frutto le riflessioni preliminari e le esemplificazioni testuali, proverà a realizzare una prima esemplificazione di edizione digitale.

Obiettivi

Il laboratorio si pone, generalmente, l’obiettivo di studiare le modalità di realizzazione di una edizione critica digitale basando l’attività di markup del testo anche su una diversa riflessione epistemologica rispetto alla ecdotica tradizionale.

Il laboratorio risponderà a tre esigenze:

  1. Marcare un testo letterario secondo la sintassi della TEI P5;
  2. Semantizzare e concettualizzare il markup dei testi;
  3. Realizzare un prototipo di edizione critica digitale.

Syllabus

Durata moduloObiettiviAttività
1 h 30’Comprendere le potenzialità di un lavoro critico e interpretativo su un testo letterario tramite l’uso di strumenti informatici.

Spiegazione delle strutture di un file XML-TEI per la realizzazione di una edizione critica digitale.
Dai testi cartacei ai testi virtuali: l’edizione digitale. Esemplificazioni di edizioni critiche digitali (cfr 1^ - 4^ tipologia)


Il linguaggio di codifica XML-TEI:
  • Il frontespizio elettronico

  • La codifica del corpo del testo

  • Il modulo Apparatus della TEI P5

  • Autografi e testi a stampa

  • La codifica del facsimile autografo
1h 30’Scrivere codice in codifica XML-TEIEsercitazioni:
  • Il frontespizio elettronico

  • La codifica del corpo del testo

  • Il modulo Apparatus

  • La produzione degli output
1h 30’Codificare una edizione critica digitaleElaborazione di una esemplificazione di edizione critica digitale
1h 30’Codificare una edizione critica digitaleElaborazione di una esemplificazione di edizione critica digitale
1h 30’Codificare una edizione critica digitaleElaborazione di una esemplificazione di edizione critica digitale

 

Materiali